Descrizione

BVN 5-11



La BVN 5-11 è una batteria di test per la valutazione neuropsicologica adatta a bambini e ragazzi di età compresa tra i 4 anni e 7 mesi e gli 11 anni e 6 mesi.

Contiene un ventaglio di test raggruppati per diverse aree:

Linguaggio

  • Discriminazione uditiva. Ad ogni coppia di parole ascoltata bisogna dire se siano uguali o diverse fra loro.
  • Ripetizione di non parole. Bisogna ripetere ogni parola ascoltata.
  • Analisi fonemica. Si deve dire di quali suoni è composta ciascuna parola ascoltata
  • Fusione fonemica. Si deve dire la parola che risulta dai fonemi ascoltati.
  • Denominazione. Viene richiesto di nominare ogni figura mostrata.
  • Comprensione sintattica. Il soggetto deve indicare la figura corrispondente alla frase ascoltata.

Memoria

  • Span di numeri avanti. Viene richiesto di ripetere in maniera esatta serie di numeri progressivamente più lunghe.
  • Span di numeri indietro. Si chiede di ripetere in ordine inverso serie di numeri progressivamente più lunghe.
  • Test di Corsi. Si devono riprodurre sequenze progressivamente più lunghe di cubetti da toccare, osservando quanto fatto dall’esaminatore.
  • Apprendimento di coppie di parole. L’esaminatore legge alcune coppie di parole e successivamente dice la prima parola di ciascuna coppia e il soggetto deve ricordare quella associata.
  • Rievocazione libera di parole. Si devono osservare delle immagini, una alla volta, e denominarle per poi rievocarle successivamente senza poterle vedere.
  • Ricordo selettivo di parole (immediato e differito). Viene letta una serie di parole e poi viene chiesto di ripeterla. Successivamente l’esaminatore rilegge soltanto le parole dimenticate e chiede all’esaminato di ripeterle tutte, comprese quelle già dette. Si ripete la procedura per più volte. C’è poi una prova di recupero delle parole apprese a distanza di 30 minuti.

Percezione visiva

  • Discriminazione visiva. Viene chiesto di osservare un’immagine astratta e di identificarla nel più breve tempo possibile, scegliendola fra alcuni distrattori. Si ripete la procedura per diversi item.

Attenzione

  • Attenzione visiva selettiva. L’esaminato deve trovare in un minuto quanti più stimoli target in mezzo a molti distrattori.
  • Attenzione uditiva selettiva. L’esaminato deve ascoltare una voce registrata di circa 3 minuti che dice una lunga serie di parole. Quando viene udita la parola target si deve fare un’azione.

Prassie motore

  • Prassie motorie. Il soggetto deve compiere alcuni gesti, sia su richiesta verbale che su imitazione dell’esaminatore.

Funzioni esecutive

  • Torre di Londra. Versione semplificata della TOL (vedi qui per una descrizione).
  • Fluenza fonemica. Classica prova in cui l’esaminato, nel tempo di un minuto, deve produrre il maggior numero possibile di parole che iniziano per una determinata lettera.
  • Fluenza categoriale. Classica prova in cui l’esaminato, nel tempo di un minuto, deve produrre il maggior numero possibile di parole appartenenti ad una determinata categoria.

Stato degli apprendimenti

  • Lettura di parole e non parole. Prova di lettura di liste di parole e non parole in cui si quantifica velocità e correttezza di lettura.
  • Lettura di brano. Il soggetto deve leggere un brano e l’esaminatore quantifica il numero di sillabe lette correttamente e la velocità di lettura.
  • Scrittura di parole e non parole. Vengono dettate parole e non parole e si calcolano velocità e correttezza di scrittura.
  • Dettato di brano. Dopo aver dettato un brano all’esaminato, si conteggiano le parole scritte correttamente in due minuti e il tempo impiegato nel caso abbia impiegato meno di due minuti.
  • Calcolo – ordinamento di numerosità grafico-visivo. Il soggetto deve ordinare dei cartoncini contenenti dei pallini, ordinandoli per numerosità.
  • Giudizio di numerosità uditivo. Il clinico chiede di fare dei confronti di grandezza fra coppie di numeri detti verbalmente.
  • Enumerazione in avanti. Il soggetto deve contare fino a 50 e si tiene conto del numero a cui è riuscito ad arrivare senza errori o del tempo impiegato per arrivare fino a 50.
  • Conteggio di elementi grafici. Si vede fino a quanti pallini riesce a contare l’esaminato e il tempo che impiega.
  • Calcolo scritto. Il soggetto deve compiere delle operazioni scritte.

Conclusioni: pregi e difetti

PREGI

La BVN 5-11 permette di valutare un gran numero di funzioni cognitive con test abbastanza rapidi e facili da somministrare (anche grazie alla loro semplificazione rispetto a molte versioni originali a cui sono ispirati), rimanendo in una fascia di prezzo piuttosto bassa, soprattutto se confrontata con altri test di altre case editrici.

DIFETTI

Come nel caso della BVN 12-18, la semplicità dei test di questa batteria è al tempo stesso un pregio e un difetto in quanto porta a perdere molte informazioni che invece si riescono a ottenere nelle versioni originali a cui sono ispirati quelli qui riportati. Ne riportiamo alcuni esempi:

  • il Test di Corsi non prevede la ripetizione inversa che consentirebbe di avere qualche informazione in più sulle componenti più esecutive della memoria di lavoro (a questo proposito è utile avere anche la BVS-Corsi);
  • non ci sono test che misurino chiaramente l’apprendimento e la rievocazione visuo-spaziale a lungo termine (per questo può essere utile avere a disposizione batterie di test come la NEPSY-II o come il TEMA);
  • il Ricordo selettivo di parole è stato semplificato così tanto rispetto alla versione originaria da aver condensato tutto in un unico punteggio che fa perdere molte informazioni;
  • la Discriminazione visiva è un test che risente molto delle componenti attentive e non prevede prove divise per livelli per comprendere se ci siano realmente problemi percettivi e a quale livello si collochino (utile in alcuni casi integrare con prove della NEPSY-II, del TPV e del VMI);
  • le prove di attenzione, sia uditiva che visiva, non tengono conto dei falsi riconoscimenti, facendo sì che un ragazzo che risponda frettolosamente, senza prestare molta attenzione agli stimoli target, possa ottenere una prestazione quantitativamente a norma dovuta paradossalmente al suo stile impulsivo (è opportuno integrare queste prove o sostituirle con quelle previste da NEPSY-II, BIA, CAS, WPPSI-III e WISC-IV);
  • la Torre di Londra, rispetto alla versione integrale è troppo semplificata, al punto da non permettere di valutare quantitativamente il tempo di pianificazione, l’impulsività e la capacità di inibizione (molto più utile la versione prevista dalla TOL).
  • nell’ambito delle funzioni esecutive non sono previste prove di inibizione, flessibilità cognitiva e aggiornamento di memoria di lavoro.
  • In alcune fasce d’età diversi test sono tarati su campioni così piccoli che gli stessi autori invitano ad usarli con molta cautela (interpretando i punteggi che ne derivano soltanto come valori indicativi).

Facendo una sintesi, la BVN 5-11 risulta una batteria molto utile per i clinici che si occupano di valutazioni neuropsicologiche in età evolutiva, considerando soprattutto l’ampia numero di test e il costo contenuto. Può essere efficace per compiere degli screening su molte funzioni cognitive così da poter decidere successivamente quali necessitano di un approfondimento.

Acquista la BVN 5-11 su Amazon




Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca