Descrizione

518G-6TzfML._SX327_BO1,204,203,200_



Libro basato sul lavoro preliminare per la Consensus Conference tenutasi a Siena nel 2010, che passa in rassegna la letteratura scientifica internazionale relativa alla riabilitazione neuropsicologica del paziente adulto. Il tutto è basato sul sistema evidence-based medicine con l’obiettivo di arrivare alle raccomandazioni dei vari approcci riabilitativi, sulla base dei risultati delle ricerche.

Dopo due capitoli dedicati a metodologia ed epidemiologia dei deficit neuropsicologici, il volume affronta i seguenti argomenti, trattati separatamente con appositi capitoli:

  • Riabilitazione neuropsicologica dei disturbi dell’attenzione e delle funzioni esecutiveVengono analizzati gli interventi basati su batterie attenzionali, su compiti specifici, sulla memoria di lavoro e sulle strategie, oltre a diversi modalità di approccio ai deficit delle funzioni esecutive.

 

  • Riabilitazione dell’eminattenzione spaziale unilaterale o neglect. Sono passati in rassegna i training visuo-esplorativi, l’adattamento prismatico, la stimolazione optocinetica, la stimolazione calorica vestibolare, la stimolazione elettrica transcutanea, il feedback e i trattamenti farmacologici.

 

 

  • Riabilitazione dei disturbi del linguaggio e del calcolo: afasie, alessie, agrafie, acalculia. Vengono trattate le tecniche riabilitative per la comprensione, la produzione, la lettura, la scrittura e il calcolo.

 

  • Aprassia degli arti. Sono passati in rassegna il training dei gesti transitivi e intransitivi, il trattamento errorless complerion training e il training strategico.

 

  • Rieducazione dell’aprassia dell’articolazione (apraxia of speech). In questo capitolo si parla di tecniche che intervengono sulla cinematica articolatoria, sul ritmo, sulla facilitazione e riorganizzazione intersistemica e tecniche di comunicazione alternativa e aumentativa.

 

  • Riabilitazione neuropsicologica della persona con trauma cranio-encefalico lieve o moderato. Vengono presi in considerazione studi su traumi cranici lievi, su gruppi misti di pazienti lievi, su gruppi misti moderati e gravi, sulla riabilitazione neuropsicologica olistica e sui programmi di educazione del paziente e del caregiver.

 

  • I postumi della grave cerebrolesione: stato vegetativo e stato di minima coscienza. Vengono analizzate le scale di valutazione e il trattamento riabilitativo.

 

  • Riabilitazione neuropsicologica in pazienti con menomazione cognitivo-comportamentale conseguente a grave cerebrolesione acquisita. Sono passati in rassegna diversi tipi di riabilitazione.

 

  • Gli esiti comportamentali conseguenti a grave cerebrolesione acquisita. In questo capitolo si parla di trattamenti basati sul modello del comportamentismo, la contingency management procedure, il positive behaviour intervention, la cognitive behaviour therapy e l’approccio riabilitativo di tipo olistico-integrato.

 

  • Sclerosi multipla. Vengono trattati il training dell’attenzione, il training della memoria di lavoro, i training delle funzioni mnesiche, i training delle funzioni esecutive, i training di attenzione e funzioni mnesiche, i training in più ambiti cognitivi, la metacognizione

 

  • Malattia di Alzheimer. Sono passati in rassegna gli studi su interventi di stimolazione cognitiva e i training di riabilitazione cognitiva.

Inoltre, nella parte finale del volume vengono discussi i percorsi di formazione universitaria e post-universitaria inerenti la neuropsicologia, e gli aspetti normativi sull’attività di riabilitazione in Italia.

Pregi e difetti

PREGI

In ciascuno dei capitoli relativi ad ogni ambito riabilitativo vengono discussi i vari approcci e gli studi che ne supportano e smentiscono l’efficacia, in modo da giungere al livello di evidenza e al grado di raccomandazione. Ciò permette a chi è interessato alla materia di orientarsi tra la letteratura scientifica per poter approfondire i vari tipi di trattamento, scegliendoli in base a quanto suggerito dalla ricerca internazionale.
La gamma dei vari tipi di riabilitazione neuropsicologica per ognuno dei disturbi (o categorie dei disturbi) è veramente ampia, rendendo molto probabile trovare indicazioni riguardo all’argomento ricercato.
Inoltre all’interno del libro vengono fornite le modalità per scaricare materiale aggiuntivo da internet.

DIFETTI

La letteratura presa a riferimento inizia ad essere un po’ datata relativamente alla riabilitazione neuropsicologica; gli studi presi in considerazione arrivano infatti fino al 2011. Inoltre, il lettore interessato ad approfondire le varie metodiche di riabilitazione, dovrà necessariamente dotarsi di altro materiale bibliografico poiché nel volume le tecniche riabilitative vengono descritte soltanto in maniera sommaria (essendo altri gli scopi di questo libro).
Infine necessita di una buona conoscenza dei vari disturbi e dei diversi tipi di riabilitazione neuropsicologica che, come già accennato, non vengono molto spiegati all’interno del volume.

Conclusioni

Senza dubbio si tratta di un libro che non può mancare a chi si occupa di diagnosi o riabilitazione neuropsicologica, rappresentando una valida guida per chi opera in questo settore perché permette di orientarsi fra i vari approcci esistenti e la relativa letteratura scientifica che li riguarda, almeno fino al 2011.
Tutto ciò a patto di avere una solida competenza teorica neuropsicologica perché di certo non si tratta di un libro introduttivo alla materia.

Acquista La riabilitazione neuropsicologica su Amazon




Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca