Un recente articolo di Marini e colleghi[1] offre una prospettiva dettagliata sulla complessità grammaticale e lo sviluppo della memoria di lavoro nei bambini. Utilizzando dati da 996 bambini italofoni, gli autori esaminano se il concetto di complessità grammaticale basato sul movimento possa spiegare il trend di sviluppo di clitici e passivi in italiano e come la memoria di lavoro influenzi lo sviluppo sintattico​​.

Differenze di acquisizione delle strutture grammaticali

Il percorso di acquisizione delle strutture grammaticali nei bambini varia significativamente. Questo studio dimostra che la comprensione dei clitici e delle frasi passive non presenta modelli distintivi tra i partecipanti di qualsiasi età, suggerendo un forte parallelismo nello sviluppo di queste costruzioni. Questi risultati forniscono nuove intuizioni su come le diverse strutture grammaticali si sviluppino in maniera asimmetrica​​.

Impatto della memoria di lavoro sulla comprensione delle frasi

È stato scoperto che la comprensione di frasi, sia semplici (SVO) sia complesse (Clitici e Passivi), correla con misure di memoria di lavoro fonologica a breve termine (Pho-STM) e memoria di lavoro verbale (Verb-WM). Tuttavia, i risultati mostrano che il tipo di memoria di lavoro misurato attraverso il digit recall non fornisce un vantaggio significativo nel processare costruzioni grammaticali complesse, sollevando questioni sull’adeguatezza di queste misure per valutare la memoria di lavoro specifica per la sintassi​​.

Conclusioni

L’analisi dei test grammaticali standardizzati fornisce una nuova fonte di dati sulla traiettoria di sviluppo specifica delle strutture grammaticali. Questo studio supporta l’idea che la memoria di lavoro influenzi i compiti di comprensione, ma suggerisce che le misure esistenti per la memoria di lavoro potrebbero non essere sufficientemente precise per valutare la memoria di lavoro specifica per la sintassi, una componente cruciale nel calcolo sintattico.

Bibliografia

[1] Moscati, V., Marini, A., & Biondo, N. (2023). What a thousand children tell us about grammatical complexity and working memory: A cross-sectional analysis on the comprehension of clitics and passives in Italian. Applied Psycholinguistics, 1-24. doi:10.1017/S0142716423000462 (articolo open access)